Operetta in tre atti di Ralph Benatzky - Robert Stolz su libretto di H. Muller-E. Charll-R. Gilbert
 

Siamo in Austria, sul lago di S. Wolfgang nel Salzkammergut,

dove è situato l'Hotel Al Cavallino Bianco.

Il primo cameriere dell'Hotel, Leopoldo, ama

la bella proprietaria Josepha, che però non lo degna di uno
sguardo perché invaghita dall'avvocato italiano

Giorgio Bellati.

All'Hotel arrivano Pesamenole, ricco industriale,

e sua figlia Ottilia.

Leopoldo intuisce che fra Ottilia e Bellati potrebbe

sbocciare un amore e così, per allontanare Bellati

dalle premure della signora Josepha, organizza un incontro

vis-à-vis fra i due, ma Josepha, infuriata lo licenzia.

Leopoldo,disperato organizza la sua partenza.

Intanto Cogoli, che ha una causa giudiziaria in corso con

Pesamenole, manda al Cavallino Bianco suo figlio Sigismondo

con la speranza che si innamori di Ottilia, in modo da concludere

la questione con un matrimonio.

Sigismondo però si invaghisce invece di Claretta, una ragazza che ha buffi difetti di pronuncia e che non è certo ricca.
Lei e il padre, il professor Hinzelmann, possono permettersi un piccolo viaggio solo ogni tre anni.

Nel bel mezzo di queste tresche amorose arriva l'Arciduca e Leopoldo riesce ad ottenere che sosti per una notte al
Cavallino Bianco.

Josepha per ringraziarlo, lo riassume. Sono proprio le parole dell’Arciduca che condurranno alla lieta conclusione della vicenda: non bisogna cercare la felicità lontano quando la si ha a portata di mano.
Accanto a La Vedova Allegra, quale altra operetta può competere, oggi in Europa, per popolarità con Al Cavallino Bianco?

 

Una curiosità: la sua musica, pur firmata generalmente da Ralph Benatzky, in realtà è dovuta a ben cinque compositori.

Ed è questa particolarità che la rende così fresca, varia e gioiosa.

Uno spettacolo che sembra un fuoco d'artificio, quadri di elegante spettacolarità e colpi di scena che portano
all'immancabile happy end che vede coinvolti tutti: i simpatici personaggi del palcoscenico ed i felici
spettatori in platea.

PERSONAGGI

 

 

 

 

 

 

 

 

Regia Serge Manguette

Direttore Artistico Gianni Versino

Coreografie  Serge Manguette

Direttore d'Orchestra Marcella Tessarin

Orchestra e corpo di ballo Compagnia Elena D'Angelo

Allestimento e costumi Grandi Spettacoli

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

Josepha Vogel Huber              Elena D'Angelo

Leopoldo Brandmayer            Matteo Mazzoli

Avvocato Bellati                    Paolo Cauteruccio

Ottilia                                 Merita Dileo

Zanetto Pesamenole             Gianni Versino

Rudy                                  Stefano Menegale

Sigismondo Cogoli               Serge Manguette

Claretta Hinzelmann             Giada Bardelli

Professor Hinzelmann           Carlo Randazzo

Guida                                 Paola Scapolan

Nel ruolo dell'Arciduca         Carlo Randazzo

TITOLI.png

al cavallino
bianco